Home In evidenza La quarantena dei luoghi (abbandonati)

La quarantena dei luoghi (abbandonati)

di Mille Battute

BACKSTAGE

Abbiamo chiesto alle persone come si vive, cosa si pensa, cosa si scrive fissando sempre le stesse 4 mura durante una quarantena. Queste sono le storie che ci hanno raccontato. Ora noi le raccontiamo a voi.

LA QUARANTENA DEI LUOGHI (ABBANDONATI)

Lorenzo Mazzoni

I luoghi abbandonati sono sempre in quarantena. Qualcuno, ogni tanto, prima del contagio 2.0, li andava a trovare, poi, quando questo qualcuno se ne andava, quei luoghi tornavano a essere segregati, in attesa del triviale piano di riqualificazione urbanistica voluta dall’alto pronto a dargli il colpo finale, a suon di ruspe.
I luoghi abbandonati non vivono il contagio, lo vive chi, quei luoghi li andava a coccolare, accarezzare, fotografare, sguazzava con ricordi lì annidatisi quando il mondo ancora conosceva la loro presenza. I visitatori, ora chiusi in una stanza d’amore, circondati da disinfettanti e maschere di carnevale ospedaliero, ricordano con piacere le passeggiate nell’abbandono, nella speranza di un nuovo incontro, in un futuro prossimo. Prima che si metta in moto il progresso, per ora, malauguratamente o fortunatamente, anche lui in quarantena.”

GALLERIA FOTOGRAFICA

Lorenzo Mazzoni

Post correlati

Questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Per accedere all'informativa clicca sul pulsante "Info". Se sei d'accordo clicca sul pulsante "Accetto".. Accetto Info