Home StorieStorie europee BULGARIA Quello che le donne non dicono

BULGARIA Quello che le donne non dicono

di Mille Battute
Quello che le donne non dicono

 BACKSTAGE

Quello che le donne non dicono è una storia nata durante il workshop Io guardo Sofija nella capitale della Bulgaria.

 QUELLO CHE LE DONNE NON DICONO

  Lorenzo Mazzoni

C‘è Ivanka, che tutti i giorni aspetta un autobus che non arriva e sogna fiori di campo profumati. María, che conta soldi impalpabili e sogna di avere ancora vent’anni e di sorridere ai passanti da un bar demodé. C’è Elena, che chiude gli occhi e prende il sole d’autunno e sogna hit di popular music molto in voga qualche decennio fa. Yordanka, che guarda un orizzonte fatto di passanti e sogna di avere ancora un seno pieno con capezzoli turgidi. Penka, che rimugina sulla spesa quotidiana e sogna scritture orientali dai significati nascosti.

C’è Lala, che si beve una bevanda analcolica al riparo da sguardi indiscreti e sogna di essere la donna di un Hells Angel e di tagliare il vento a bordo di una Harley-Davidson cromata. Tereza, che le pilloline energetiche del Partito hanno trasformato in Dimitar, che smista cartoni d’imballaggio e sogna di tornare Tereza. Tutti i giorni sono lì, allo Zhenski Pazar, il Mercato delle Donne. Non parlano. Tra murales, rivendite di articoli giovanili e slogan che non capiscono, sognano soffuse visioni che non riveleranno mai ad anima viva.”

 GALLERIA FOTOGRAFICA

  Marco Belli

Post correlati

Questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Per accedere all'informativa clicca sul pulsante "Info". Se sei d'accordo clicca sul pulsante "Accetto".. Accetto Info